Social Score

Sarà ricordato come il mese di luglio all’insegna dello sviluppo dei piani di mobilità elettrica, quello dell’anno 2017 in Italia.

Le più grandi città del nord Italia hanno dati il via a dei mega hub che permettono l’approvvigionamento energetico per i proprietari di auto elettriche, accelerando quel processo di sviluppo della mobilità elettrica sostenibile tanto auspicato dai trattati di Parigi e dai Paesi dell’Unione europea.

Il primo taglio del nastro risale alla metà di luglio a Milano, con l’inaugurazione di una mega area dedicata alle auto elettriche che conta 74 punti per l’approvvigionamento energetico e 58 predisposizioni: si tratta di un modello innovativo per l’utility lombarda, che va ad aggiungersi ai 432 punti di ricarica gestiti in ambito urbano che la società A2A ha voluto fortemente realizzare per educare gli automobilisti ai vantaggi della mobilità elettrica.

hoverboard 6 pollici
Skateup Mercurio, con ruote da 6 pollici è agile, veloce e facile da controllare anche per i più piccoli
299€
329€
hoverboardo monoruota
Skateup Ciclope: il monoruota che unisce l'estetica esclusiva ad una velocità senza eguali
499€
549€
ulisse-nero
Skateup Ulisse: le ruote più grandi della categoria e i migliori materiali sul mercato
349€
389€

L’hub operativo nella città meneghina prevede dinamiche di utilizzo diverse a seconda che il mezzo sia collegato di giorno o di notte.

“Nel primo caso – spiegano da A2A – l’accesso alla ricarica rapida da 22 kW consente di minimizzare i tempi di fermo del veicolo. Una volta sceso il sole, tuttavia, ed azzerate le necessità di ricorrere all’auto/van per motivi professionali, entrano in gioco i punti dell’infrastruttura dedicati alla modalità lenta, che ottimizza la potenza avendo a disposizione le molte ore che generalmente un soggetto dedica al sonno o comunque al riposo dalle attività lavorative”.

LEGGI ANCHE: Mobilità, in Italia cresce la multi-modalità

Dalla Lombardia la ventata di mobilità sostenibile si sposta sul Piemonte. A Torino, città promotrice della Carta Metropolitana sull’elettromobilità, sono tornate in attività le dieci colonnine con 20 punti ricarica di “Io Guido” – l’ex car sharing comunale chiuso nel mese di marzo – e che adesso potranno finalmente essere utilizzate per le auto private.

È stata Maria Lapietra, assessore ai Trasporti della Città di Torino, ad annunciare la riapertura: la giunta comunale ha approvato la delibera che concede per 10 anni l’occupazione del suolo pubblico nelle aree in cui si trovano le colonnine alla società Route220, scelta per gestire i punti di ricarica. “Una corretta politica dei trasporti – afferma Lapietra – non può prescindere dalla mobilità elettrica e presto avremo anche un ufficio dedicato. La delibera di oggi consente di incrementarla: un passo importante nello sviluppo delle infrastrutture necessarie”.

Sul versante a nord est dello Stivale, invece, è partito il Piano Provinciale per la Mobilità Elettrica (PPME) della Provincia di Trento: la Giunta provinciale ha adottato in via preliminare un pacchetto di misure strategiche per ridurre le emissioni di gas serra, in particolar modo quelle provenienti dal settore dei trasporti (CO2, PM10, PM2.5, NO2, ecc.), e per incentivare l’impiego razionale dell’energia puntando soprattutto sull’utilizzo di fonti rinnovabili.

Il Piano prevede inoltre l’implementazione e il potenziamento delle stazioni di e-Bike sharing per migliorare gli spostamenti dell’”ultimo miglio”, oltre a degli incentivi per aumentare il numero delle cosiddette “wallbox”, le ricariche elettriche domestiche con un costo dell’energia agevolato.

“Sono previsti inoltre contributi pubblici per l’acquisto di veicoli elettrici – annuncia l’agenzia Ansa ai quali si ipotizza l’aggiunta di un ulteriore incentivo da configurarsi come sconto da parte dei concessionari coi quali la Provincia si è proposta di stipulare a breve delle convenzioni, che porteranno ad un incremento dagli attuali 1000 veicoli elettrici immatricolati in Trentino a fine 2016 a oltre 11 mila: uno ogni 45 abitanti”.

Circa 21 milioni di euro l’ammontare complessivo delle risorse pubbliche che verranno investite da qui al 2025.

ulisse-nero
Skateup Ulisse: le ruote più grandi della categoria e i migliori materiali sul mercato
349€
389€
hoverboard 6 pollici
Skateup Mercurio, con ruote da 6 pollici è agile, veloce e facile da controllare anche per i più piccoli
299€
329€
hoverboardo monoruota
Skateup Ciclope: il monoruota che unisce l'estetica esclusiva ad una velocità senza eguali
499€
549€
Social Score
A luglio in Italia nuovi piani per la mobilità elettrica ultima modifica: 2017-07-28T13:06:35+00:00 da Davide Gambardella
Davide
457 views
Giornalista e blogger, sviluppatore di contenuti per il web, appassionato di marketing. Qui per spiegarti tutto quello che avresti voluto sapere sull'hoverboard (e che non hai mai osato chiedere).

Lascia un commento